adrianacantisani blog2

Separazione e divorzio PDF Stampa E-mail
Scritto da Adriana Cantisani   
Lunedì 21 Gennaio 2013 00:00

Parent-Separation

Il divorzio e le separazioni sono in aumento. Gli adulti spesso si sentono sconvolti oppure sollevati ma i bambini quasi sempre si sentono impauriti e confusi. Sentono che la loro sicurezza, i loro punti fermi, sono in pericolo. Un errore comune dei genitori è quello di cercare nei figli conforto o una direzione,  quando dovrebbero essere loro a fornirle ai piccoli. I motivi di un divorzio o di una separazione possono essere mal interpretati dai figli  se i genitori non spiegano chiaramente quello che sta succedendo, il loro coinvolgimento e quello che li aspetta.

I bambini spesso credono di essere il motivo del conflitto tra i genitori e molti si assumono la responsabilità di riunirli, spesso a discapito del loro benessere. Ma un divorzio o una separazione non deve essere per forza un evento traumatico. Con cura ed attenzione la forza di una famiglia può venire fuori proprio durante la separazione. Ciò non toglie che è difficile parlare ai bambini di questo tema.

Ecco alcune strategie che possono aiutare sia i bambini che i genitori:

  • Non teniamo segreta l’intenzione di separarci, svelandola all’ultimo minuto.
  • Bisogna essere sempre in due -mamma e papà- a dare la notizia ai bambini.
  • Usiamo termini semplici e diretti.
  • Specifichiamo che la separazione/il divorzio non è colpa loro.
  • Ammettiamo che sarà triste e difficile ANCHE per noi genitori.
  • Rassicuriamo i bambini di amarli sempre e che per sempre saremo i loro genitori.
  • Rassicuriamoli che continueremo non solo a interagire con loro, ma che saremo presenti nelle loro attività anche se come coppia non vivremo più insieme.
  • Non parliamo ai bambini delle colpe o dei problemi dell’altro genitore.
  • Non chiediamo mai ai bambini a chi dei genitori vuole più bene o con chi preferisce stare. Questo mette sulle loro spalle uno stress grandissimo ed enormi sensi di colpa verso il genitore “non scelto.” E’ una vera violenza nei loro confronti.
  • Teniamo gli occhi ben aperti per segnali di stress e di sofferenza.

I nostri figli possono reagire in modo diverso non solo in base al carattere ma anche in base all’età. Per esempio, i più piccoli spesso reagiscono con aggressività o non collaborando. Spesso si ritirano in se stessi mentre i più grandi possono sentirsi molto tristi, come fossero in lutto. Possono andare male a scuola o avere problemi di comportamento. I giovani invece possono avere problemi nelle proprie relazioni amorose e di autostima.

Ricordiamoci che non dobbiamo per forza combattere da soli. Durante una separazione o un divorzio potremmo avere bisogno di un aiuto professionale, per noi e/o per i nostri figli. Un percorso psicoterapeutico può aiutare.

mini blog