AdrianaCantisaniHeader

I giochi che spengono la TV PDF Stampa E-mail
Scritto da Adriana Cantisani   
Sabato 06 Gennaio 2018 00:00

Dagli ultimi studi sull’obesità infantile e il ruolo delle routine in famiglia (Anderson SE, Sacker A, Whitaker RC, Kelly Y. Self-regulation and household routines at age three and obesity at age eleven: longitudinal analysis of the UK Millennium Cohort Study. International Journal of Obesity, 2017) si evince che dare dei limiti al tempo di utilizzo della tecnologia è fondamentale per lo sviluppo del bambino in generale e contribuisce ad una maggiore autoregolamentazione emotiva.

Come possiamo cambiare abitudini, quindi? Un modo fantastico (e che fa bene a tutta la famiglia) è quello di giocare insieme. Sono quasi pronta a scommettere che se proponiamo ai bambini di fare un gioco tutti insieme saranno loro stessi a voler spegnere la tv o la play. Premetto che tutti i giochi sono validi ma alcuni possono essere un vero e proprio alleato anche per le abilità scolastiche perché aiutano il bambino a formare nuove connessioni neuronali.

Ecco alcuni esempi di giochi che mi piacciono- semplici, divertenti e facilmente reperibili:

  • tutti i giochi che sviluppano la coordinazione oculo-manuale e la motricità fine (tipo “Acchiappa il pesce” o “L’allegro chirurgo”)
  • tutti i giochi con le carte, da sbarazzino a "Uno" per imparare le relazioni tra colori, numeri e sequenze
  • il mazzo di carte in sé per costruire un castello e sviluppare la motricità fine, il controllo dell'impulsività e la collaborazione
  • i puzzle, dai più classici a quelli con le forme geometriche per sviluppare le abilità visuo-spaziali (va benissimo anche tagliare in 9 pezzi una semplice pagina di una rivista)
  • i giochi dei mimi o quelli tipo “Pictionary”, "Scarabeo" o "l’impiccato" per accrescere le abilità creative e linguistiche (una variante per i piccolissimi potrebbe essere "Sto pensando ad una parola che inizia con il suono P..." oppure "Vedo una cosa grande, rossa e rotonda. Che cos'è?)
  • la classica tombola o "Memory" per rinforzare l’attenzione
  • e tutti i giochi di società in genere, sempre che siano adatti all'età dei bambini… Il gioco dell’oca, ad esempio, è fantastico per aiutare i piccoli ad accettare i cambiamenti inaspettati o gestire la rabbia (“torna al punto di partenza” e “perdi un turno” non sono facili da mandare giù!) "Monopolino", invece, è ottimo per cominciare ad imparare a gestire i soldi.

I giochi da fare insieme ai bambini sono tantissimi. Giocando imparano, senz’altro, ma la cosa più bella saranno le risate che risuoneranno in casa!

Buon divertimento!


Leggi anche:

Regole per la TV

mini blog

 

Sondaggio

Quale social network usi di più? (Vota una volta sola, grazie!)
 

Il mio network

adriana-englishisfun

 

fbcol twittercol linkedincol
instagramcol googlecol youtubecol